Emil Cioran
Wynik 5 / 5 na podstawie 1 oceny.

Informacje o autorze
Emil Cioran

Nato in Romania, dal 1933 al 1935 visse a Berlino, e dalla seconda guerra mondiale in avanti risiedette in Francia con lo status di apolide; scrisse i primi libri in lingua romena, ma dalla fine del conflitto scrisse sempre in francese e, nonostante questo non fosse il suo idioma di nascita, viene considerato da molti critici come uno dei migliori prosatori in questa lingua. Vicino al pensiero esistenzialista, si distacca comunque dal movimento esistenzialista francese per la sua distanza ideologica dai principali esponenti quali Jean-Paul Sartre, Simone de Beauvoir e Albert Camus, rifiutando l'impegno politico attivo sul fronte progressista e condividendo la filosofia dell'assurdo del suo amico Eugène Ionesco, benché venata dal suo pessimismo radicale. Il pensiero di Cioran è infatti influenzato da Nietzsche, Schopenhauer, Heidegger (rispetto al tecnicismo di quest'ultimo maturerà peraltro un'estrema reazione) e successivamente anche da Leopardi (benché, per sua stessa ammissione, mai profondamente conosciuto, ma avvertito quale "fratello d'elezione"), dai quali trae il suo nichilismo e il suo pessimismo. I suoi aforismi, anche per esperienze personali, sono infatti pervasi da una profonda amarezza e misantropia, che però vengono temperate dalla sua acuta ironia e dalla sua capacità di scrittura. Cioran nacque a Rășinari, in Transilvania (ex provincia dell'Impero austro-ungarico, dal 1918 parte della Romania), l'8 aprile del 1911 da una benestante famiglia rumena. Il padre, Emilian Cioran, era un sacerdote ortodosso, dapprima attivo a Rășinari ed in seguito, in veste di curato, presso la vicina Sibiu; la madre, Elvira Comaniciu, era originaria di Veneția de Jos, un paese situato nei pressi della città di Făgăraș.

Nowo dodane książki
Emil Cioran (BOOKS)

Nikt jeszcze nie dodał
książki tego autora

Nowo dodane cytaty
Emil Cioran

0

La differenza fra il teorico della religione e il credente è grande come quella fra lo psichiatra e il pazzo.

Różnica między teoretykiem religii i wierzącym jest równie wielka, jak między psychiatrą i wariatem.